Emilio Isgrò: Incancellabile Vittoria

In occasione del ritorno a Brescia della statua bronzea della Vittoria Alata, si è appena inaugurata, nella fermata FS della metropolitana di Brescia, la monumentale opera di Emilio Isgrò denominata Incacellabile Vittoria. La statua, datata I secolo d.c., è stata ritrovata nell'ottocento in una intercapedine del Capitolium della città, ed è un bronzo ben conservato alto circa due metri con finiture di notevole pregio nel panneggio e nelle ali, finiture che sono state messe in evidenza dalla pulitura e manutenzione, durate due anni, operate presso l'Opificio delle Pietre Dure di Firenze. Sono state evidenziate tracce di dorature il che fa supporre chi in origine la statua fosse dorata. Tornando all'opera di Isgrò, si tratta di un lavoro che copre l'intera parete nord della fermata suddetta, composta da 205 pannelli in fibracemento e sui quali viene riportato, inciso nei pannelli, il primo canto dell'Eneide. La cancellatura centrale, rossa, riproduce il profilo della statua, mentre le altre cancellature sono nere. L'opera è di affascinante sontuosità ed è un omaggio alle origini romane di Brescia, un tempo denominata Brixia. Per gustare l'opera nella sua interezza occorrerebbe una illuminazione adeguata che speriamo venga realizzata al più presto.

Opere in vendita di Emilio Isgrò sono visibili nel nostro sito all'indirizzo www.galleriaincontgro.it/it/artisti-opere/emilio-isgrò nella stessa sezione anche una sua biografia  

Tags: Emilio Isgrò - Isgrò - opere in vendita di Emilio Isgrò -  Vittoria Alata - Incancellabile Vittoria - Eneide - Brixia