La Galleria d'arte moderna e contemporanea L'incontro viene inaugurata nel 1974 come espressione della forte passione artistica che accomuna Antonietta Bettini e la figlia Erminia Colossi.

La scelta del nome della Galleria non è un caso; al contrario essa allude all'obbiettivo principe: favorire un reciproco scambio tra artisti e collezionisti attraverso l'organizzazione di prestigiose mostre personali con la presenza dei maggiori Maestri del tempo.

Inizialmente i nomi trattati vanno da Annigoni a Cascella, da Guttuso a Sassu, tenendo come punto di riferimento il mercato italiano. Anno dopo anno, grazie allo stimolante bisogno di miglioramento di Erminia Colossi, l'interesse artistico valica i confini nazionali. Così accanto a un rinnovato gruppo italiano, che comprende tra gli altri Rotella, Vedova, Pomodoro, Boetti, Kounellis, Dorazio, Bonalumi, si inseriscono Maestri del calibro di Christo, Max Bill, Vasarely, Lindström, Appel.

Nel 1997, in seguito al ritiro della madre, Erminia Colossi assume formalmente il ruolo di Direttrice, anche se già da molti anni le scelte artistiche e non solo erano di sua competenza.

Per festeggiare il trentesimo anniversario della Galleria, nel 2004 vede la luce un nuovo spazio espositivo, più ampio e più prestigioso, situato a pochi metri dalla vecchia sede al piano terra di un elegante palazzo del primo Novecento.

L'intraprendenza della Direttrice porta, in seguito, all'acquisto di un appartamento all'ultimo piano del medesimo edificio e alla trasformazione dello stesso in una Home-Gallery. Come suggerisce il nome in tale luogo è possibile ammirare le opere più pregiate nella loro collocazione ideale: l'ambiente domestico. La particolarità della Home-Gallery è di poter dare ospitalità ai collezionisti e agli artisti in cerca d'ispirazione, dal momento che conserva i comforts di una vera abitazione.

Vanto riconosciuto della Galleria è quello di offrire non solo opere d'arte di livello internazionale uniche nel loro genere, ma anche un sicuro investimento per il futuro.